sabato 23 aprile 2011

Gli Elementi

Gli elementi naturali sono alla base della vita, il fondamento, sono potenti guide per vivere in armonia con la natura e con la nostra essenza.
Ogni elemento è uno strumento finalizzato a farci diventare più presenti e vitali: quando siamo in sintonia con questi “pilastri” dell’ esistenza, attingiamo alla saggezza della vita.
Sono conosciuti ed onorati da migliaia di anni, in ogni tradizione, in ogni tribù o popolazione sono alla base della quotidianità.
La parola greca per elementi, stoicheia, si ritrova in Platone nel significato di lettere dell'alfabeto, vale a dire gli elementi primi di ogni parola.
Il termine al singolare è stoicheion (στοιχεῖον), nel senso di principio, inizio, componente minimo.
Nella tradizione ellenica gli elementi sono quattro: il fuoco, la terra, l'aria e l'acqua.
Nella filosofia Greca, nell'aritmetica, nella geometria, nella medicina, nella psicologia, nell'alchimia, nella chimica, nell'astrologia e nella religione, rappresentano i regni del Cosmo, in cui tutte le cose esistono e consistono.
E' stato il filosofo e matematico greco Empedocle (c.a 450 a.C.) a stabilire per primo il sistema dei quattro elementi primari, Fuoco, Aria, Acqua e Terra, attingendo al lavoro dei suoi predecessori la sua proposta, la sua ipotesi, che era basata molto semplicemente e molto razionalmente sull'osservazione delle qualità del mondo fisico che si dividevano in due coppie di opposti: 
1) umido e secco
2) caldo e freddo 

- il Fuoco era considerato il risultato della combinazione di secco e caldo 
- l'Aria era creata da caldo e umido,
- l'Acqua da freddo e umido
- la Terra da freddo e secco 
.
- Caldo è un moto verso l'esterno ed indica estroversione.
- Freddo è un moto verso l'interno ed indica introversione.
- Umido indica adattabilità.
- Secco indica tensione.
.
Ciascuno dei quattro elementi era anche associato con una delle quattro stagioni:
Aria - Primavera
Fuoco - Estate
Acqua - Autunno
Terra - Inverno
La Terra era considerata l'elemento più denso e pesante, sul quale si stende l'Acqua, il mare, i laghi e i fiumi.
Sia la Terra che l'Acqua hanno massa, peso e la loro direzione è rivolta verso il basso, il che spiega perché i due elementi vengono associati agli attributi negativo, femminile, yin. 
Sopra la Terra e l'Acqua c'è l'Aria con il movimento naturalmente rivolto verso l'alto e sopra l'Aria i cieli infuocati, il sole, le stelle e i pianeti, il che spiega perché gli elementi di Aria e Fuoco vengono associati con gli attributi positivo, maschile, yang.
.
I 64 esagrammi dell' I-Ching
Rappresentano tutte le varianti possibili del perfetto mutare dell'energia e quindi dei rapporti tra lo Yin e lo Yang. 
Questi sono analogicamente correlati ad altrettante situazioni che costituiscono Archetipi a cui la fenomenologia degli eventi Naturali, e quindi umani, viene ricondotta.
Il sistema dei quattro elementi, costituisce il "cielo anteriore", tutto ciò che esiste prima della manifestazione, ciò che viene prima. 
Il cielo anteriore è formato da quattro elementi che poi diventano otto così come in occidente, in quanto a questi vengono assegnati quattro attributi: 
- il caldo 
- il secco 
- il freddo 
- l'umido 
Il primo elemento, il più alto, il più sottile, è chiamato Kkienn, Il Cielo, ed è descritto da tre linee intere sovrapposte l'una all'altra.
Il suo opposto è formato da tre linee spezzate, si chiama Kun, La Terra.
Abbiamo poi un elemento che ha due caratteristiche del Cielo ed una caratteristica della terra, si chiama Lì, il Fuoco.
Infine un elemento che ha due caratteristiche della Terra e una caratteristica del Cielo, si chiama Kann, l'Acqua, l'abissale.
.
Gli elementi vengono proposti secondo due sequenze:
     1                     2
TERRA       TERRA
ACQUA       ACQUA
ARIA            FUOCO
FUOCO       ARIA
- La prima si basa sulla velocità del movimento molecolare (le particelle del Fuoco hanno movimenti più veloci di quelle dell'Aria). 
- La seconda relativamente al loro peso molecolare (le particelle dell'Aria pesano meno del Fuoco).
Se si considera il movimento (la rapidità del movimento) avremo la sequenza in cui il Fuoco appare per ultimo. 
Se invece si considera il peso molecolare avremo l'Aria come elemento più sottile.
.
I Greci erano convinti che la vita stessa dipende da una combinazione dei quattro elementi. 
La Terra è la sostanza, il corpo fisico, il cibo che è necessario per mantenersi in vita. 
L'Acqua è essenziale per la vita, è il maggiore componente dei nostri corpi e della vita stessa. 
La respirazione, inspirare ed espirare è un'altra condizione centrale della vita così come il calore e la luce del Sole. 
Dal momento che questi quattro elementi esistevano nel mondo esterno, ne conseguiva che esistevano anche all'interno di ciascun essere vivente, la forza vitale stessa, la forza che tiene insieme in un essere vivente è la Quintessenza, o il quinto principio, con qualsiasi termine usiamo per descrivere la forza vitale. 
Si pensava che quando un essere vivente moriva, ciascuno degli elementi ritornava alla sorgente fisica e la Quintessenza, o forza vitale alla sua sorgente eterna.
.
Platone e gli elementi: TIMEO
Il Timeo, scritto intorno al 360 a.C. da Platone, è il dialogo platonico che maggiormente ha influito sulla filosofia e sulla scienza posteriori, in esso vengono approfonditi essenzialmente tre problemi: 
1- quello cosmologico dell'origine dell'universo
2- quello fisico della sua struttura materiale
3- quello escatologico della natura umana.
E' uno dei dialoghi cosiddetti "della vecchiaia", cioè scritti dal Platone più anziano, che, in questo ultimo periodo della sua vita, decide di rivedere le teorie che aveva realizzato precedentemente.
Nel Timeo descrive la natura del principio materiale del cosmo e si occupa dello studio dei fenomeni fisici: tuttavia, avvisa, proprio perché si tratta di una realtà soggetta al divenire, le conclusioni a cui si giungerà non saranno certe ma solo probabili.
Nel Timeo descrive il cosmo come composto di quattro elementi, Fuoco, Terra, Aria e Acqua.
I quattro elementi non sono tali nel senso originario della parola, non sono il fondamento della realtà materiale, ma sono a loro volta composti di qualcosa di più basilare: i triangoli, la matematica assume importanza fondamentale e i triangoli vanno a costituire dei solidi così piccoli da risultare invisibili, ma che in grandi quantità appaiono come, appunto, i quattro elementi:
- la Terra corrisponde al cubo
- l'Aria all'ottaedro
- l'Acqua all'icosaedro
- il Fuoco al tetraedro
- viene teorizzato un quinto solido, il dodecaedro, che funge da elemento decorativo del cosmo e la cui funzione non è ben precisata.

In epoche successive (già lo scolaro Aristotele) questo elemento sarà identificato con l'Etere o Quintessenza.
Si conclude con altre considerazioni fisiche riguardanti le varie forme che gli elementi assumono, e le interazioni tra essi ed i sensi umani.

.
Nel Pensiero cinese gli Elementi sembrano essere originariamente concepiti in una prospettiva essenzialmente funzionale, più come processi che come sostanze: 
- l'Acqua consiste nel bagnare e nello scorrere in basso (produce il salato)
 - il Fuoco consiste nel bruciare e nell'andare in alto (produce l'amaro)
- il Legno consiste nell'essere curvo o diritto (produce l'acido)
- il Metallo consiste nel piegarsi e nel modificarsi (produce l'acre)
- la Terra consiste nel provvedere alla semina e al raccolto (produce il dolce)
Questi Cinque Agenti sono in relazione tra di loro e danno vita a molte altre serie di cinque combinazioni complementari ad essi stessi:
i punti cardinali ed il centro, i cereali, le sensazioni, le cinque note della scala pentatonica,ecc. 
Si fanno seguire da Cinque Funzioni:
- la prima è il comportamento personale
- la seconda è la parola
- la terza la visione
- la quarta l'udito
- la quinta il pensiero. 
Il comportamento personale deve essere decoroso, la parola ordinata, la visione chiara, l'udito distinto, il pensiero profondo, il decoro dà solennità e l'ordine dà regolarità, la chiarezza dà intelligenza, la distinzione dà deliberazione, la profondità dà saggezza.
I cinque pianeti maggiori del nostro sistema sono associati e prendono il modo degli elementi: 
Venere è oro
Giove è legno
Mercurio è acqua
Marte è fuoco
Saturno è terra
In aggiunta, la Luna rappresenta lo Yin e il Sole lo Yang.
Lo Yin, Yang e i cinque elementi sono temi ricorrenti dello I Ching, il più antico testo classico cinese, che descrive la cosmologia e filosofia cinese.
La dottrina delle cinque fasi descrive due cicli di equilibro, uno generativo e creativo (生, shēng), e l'altro dominante e distruttivo (克, kè).
Generativo:
- il Legno alimenta il fuoco
- il Fuoco crea la terra (cenere)
- la Terra genera il metallo
- il Metallo raccoglie l'acqua
- l'Acqua nutre il legno
Distruttivo:
- il Legno divide la terra
- la Terra assorbe l'acqua
- l'Acqua spegne il fuoco
- il Fuoco scioglie il metallo
- il Metallo abbatte il legno
. Il pensiero giapponese usa cinque elementi chiamati 五大 (go dai, letteralmente "cinque grandi"), sono:
Terra, che rappresenta le cose solide
Acqua, che rappresenta le cose liquide
Fuoco, che rappresenta le cose distrutte
Aria, che rappresenta le cose mobili
Vuoto, che rappresenta le cose che non sono nella vita quotidiana.
.
Pensiero del buddhismo antico:
I mahabhuta ("grandi elementi") o catudhatu ("quattro elementi") sono Terra, Acqua, Fuoco e Aria. 
Nel primo buddhismo, erano alla base per la comprensione della sofferenza, e per la liberazione dell'uomo dalla sofferenza.
Gli insegnamenti del Buddha riguardanti i quattro elementi li raggruppano come base delle reali sensazione, più che un pensieri filosofici. 
Gli elementi erano quindi intensi come "caratteristiche" o "proprietà" di varie sensazioni:
- la coesione era una proprietà dell'acqua.
- la solidità e l'inerzia erano proprietà della terra.
- l'espansione e la vibrazione erano proprietà dell'aria.
- il calore era una proprietà del fuoco.
I suoi insegnamenti dicono che ogni cosa è composta da otto tipi di elementi ( alapas):
- il gruppo principale è composto dai quattro elementi
- il gruppo secondario è composto da colore, odore, gusto e alimento, derivati dai primi quattro elementi.
Gli insegnamenti del Buddha precedono quelli dei quattro elementi nella filosofia Greca, questo può essere spiegato perché furono inviati 60 arhat nel mondo conosciuto al tempo per diffondere i suoi insegnamenti.